Come migliorare la qualità del sonno in questo periodo

La scienza moderna ha confermato l’importanza del sonno nel rigenerare il cervello e sebbene non esista un numero di ore ideale per tutti, l’importante è che il sonno sia profondo e riposante.

Numerose indagini affermano che in questo periodo la qualità del sonno della popolazione sia scarsa, ma non vi chiedete perché un sonno ininterrotto sia così fondamentale per la salute?

Il sonno profondo ha un effetto antinfiammatorio e migliora l’efficienza del sistema immunitario, riducendo il rischio di infezioni. Inoltre dormire profondamente ci aiuta a memorizzare tutte le nozioni apprese durante il giorno.

Le esperienze sensoriali che stimolano il nostro cervello ogni giorno, sotto forma di colori, profumi, suoni, sapori e percezioni, se consolidate nella memoria a lungo termine potranno emergere all’improvviso sotto forma di lampi intuitivi. L’intuizione è quel tipo di conoscenza istantanea che non si serve del ragionamento e che caratterizza gli artisti e le persone geniali.

Una dato terribile è che un numero crescente di lavori scientifici sta dimostrando come la mancanza di sonno, ma soprattutto la sua frammentazione, non solo danneggia i processi mnemonici, ma aumenta anche il rischio di sviluppare la demenza di Alzheimer. Durante una notte insonne i neuroni eccitati continuano a depositare materiale di scarto tossico nel cervello, che induce neurodegenerazione. Al contrario, il sonno profondo e ininterrotto attiva meccanismi di rimozione di queste sostanze e aiuta a prevenire la demenza.

Come possiamo migliorare quindi la qualità del sonno?

  1. Manteniamo il cervello attivo e attento con l’apprendimento di nuove nozioni e funzioni che stimolano la nascita di nuove protrusioni sinaptiche;
  2. Pratichiamo attività fisica con regolarità. E’ dimostrato che l’esercizio fisico prolunga la durata del sonno trascorso in fase profonda e la capacità di comprensione;
  3. Concediamoci del tempo per praticare yoga o meditazione;
  4. Seguiamo una dieta bilanciata e non eccediamo con le calorie a cena;
  5. Creiamo una routine per rilassarci prima di andare a dormire: sorseggiare una camomilla calda, ascoltare della musica soft, fare un bagno caldo, ed altro ancora;
  6. Evitiamo schermi luminosi (pc, telefonini, tablet, televisione)!

Quindi prestate attenzione alla qualità del vostro sonno e date la giusta importanza anche al riposo perché: “E’ imperativo usare sia la mente che il corpo, alternare il lavoro con il riposo, esercitare sia il movimento che l’inerzia; nessuna di queste attività può essere negletta!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *